Crea sito

Utopia

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Utopia
Apr 112016
 

utopia

Devo preparare il cuore
al giorno del distacco
ti devo strappare lentamente
per non fermarne il respiro.

Ma le radici restano
e come la gramigna invadi
arrivi all’anima e di me possiedi la mente.

Come si fa strappare chi nel cuore
ha messo le radici?
Come si fa a preparare un cuore
che non vuole essere pronto?

Come si fa a lasciar andare chi è parte di te?

Mentre con le parole dico Addio
con il cuore dico resta.

© Silvana Stremiz

Alla fine va così…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Alla fine va così…
Apr 092016
 

parlerò di te

Alla  fine va così…
ti stanchi di esserci, di metterci il cuore
laddove cuore non c’è.
Ti stanchi di esserci per chi non c’è.
Ti stanchi di aspettare il nulla, perché, anche se nulla ti aspettavi, un abbraccio forse te lo meritavi.
Alla fine va così…
senza far rumore, in punta di piedi, te ne vai.

© Silvana Stremiz

Vivi troppo di cuore e di lacrime…

 Dediche e Auguri, Le mie poesie  Commenti disabilitati su Vivi troppo di cuore e di lacrime…
Apr 032016
 

malinconico sorriso

 

Vivi

troppo di  cuore e di lacrime.

Vivi

troppo di dolori e sorrisi

che solo le persone sensibili posseggono.

Vivi

di sogni e di farfalle

e ridi come una scema

perché sei semplicemente

semplice.

 

Vivi

a mille ogni battito

di vita, di persone

Vivi

l’amicizia da dentro

e spesso ti fa piangere

il cuore.

Vivi

Tutto e Tutti con la sincerità

dell’anima e con un cuore troppo grande

perché Tu sei speciale dentro.

 

© Silvana Stremiz

Troverò il modo…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Troverò il modo…
Mar 302016
 

rosa

 

Troverò il modo di strapparti dal cuore
come si tolgono le spine alle rose
ma resteranno le cicatrici di tanto amore.

Coprirò i tuoi baci con attimi fuggevoli
creerò distrazioni per il mio cuore
ingannerò i suoi battiti con le bugie
di un’illusione di sogno.

Ne farò un dipinto di tanta tempesta
mescolando i ricordi e il profumo di Te
come fanno i pittori mescolando i colori.

Troverò il modo di strapparti dal cuore
come si tolgono le spine alle rose.
Ma resteranno, lo so
le cicatrici di questo tanto amore
e il profumo di Te impregnato nell’anima.

© Silvana Stremiz

Ho di Te dentro il cuore…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Ho di Te dentro il cuore…
Mar 282016
 

incontrando te

Ho di Te dentro il profumo
in ogni angolo di cuore
nell’anima una scia indelebile
sulle labbra ancora il tuo sapore.

Ho di Te dentro
sotto ogni centimetro di pelle
ricordi di baci e abbracci
di sguardi e di sorrisi.

Ho di Te dentro
la poesia nel cuore
che oltrepassa l’anima
e dà respiro ad ogni battito.

© Silvana Stremiz

Ho sfogliato le parole…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Ho sfogliato le parole…
Mar 282016
 

le parole

Ho messo insieme le parole
le TUE le MIE
i momenti distratti, disattenti
le attenzioni donate e ricevute
anche il niente, che aspettavo
non è arrivato
ma le parole, quelle si
le parole, quelle sono giunte affilate
pronte a tagliare in due
un qualsiasi battito di sogno.

Ma ho guardato oltre
sfogliando i silenzi
come fa la speranza
quando non vuol morire
ne ho sfogliate tutte le pagine
un rigo alla volta
cercando una ragione, una sola ragione
per restare qui seduta.

Ho guardato anche nel mio cuore
ma lo hai affondato
e sebbene sorrida e ai tuoi occhi
io appaia bella più che mai
dentro mi hai uccisa.

© Silvana Stremiz

Abiti in altri cieli…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Abiti in altri cieli…
Mar 192016
 

papà

 

Abiti in altri cieli, in altri momenti
laddove abitano gli arcobaleni
dove non arriva mai l’inverno
dove le rose nascono senza spine
e i prati sono sempre fioriti.

Abiti distante ma cosi vicino
laddove il tempo è fermo
e a condurne il senso
è l’immensità
laddove sorridono
i dolori scordati
sulla terra dimenticati
e in ogni attimo del senso nasce l’infinito.

Abiti distante
laddove riposa la vita
e splende l’eternità
e vivi nel cuore mio in ricordi
in giorni perduti
in momenti di lacrime
di sorrisi, di rimpianti e nostalgia
e di amore travagliato e infinito.

Abiti dove un giorno
ogni tempo ricongiungerà
chi su questa terra si è un giorno
amato, odiato, desiderato e vissuto
laddove io e te un giorno
ci abbracceremo ancora
senza errori nè rimpianti
laddove Io e Te Papà
saremo di nuovo Amore.

© Silvana Stremiz

Mi hai insegnato…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Mi hai insegnato…
Mar 152016
 

silvana2

Mi hai insegnato a contare fino a cento
a ragionare col cuore e non solo con la mente
ad ascoltare i battiti di un sogno
a vivere l’istante anche solo per un istante.

Mi hai insegnato quanto bello
può essere cedere al proprio cuore
rincorrere un sogno senza timore
viverne il respiro, l’attimo
e trasportarlo dentro l’anima.

Mi hai insegnato a contare fino a cento
a credere, fidarmi, a non giocare in attacco
perchè a volte non c’è nulla da cui difendersi
ma c’e solo un momento da vivere.

Mi hai insegnato la grandezza del mio cuore
tirando fuori il lato più bello di me.

Mi hai insegnato la pazienza
la dolcezza e la passione.
Mi hai donato un cuore più vivo e un orgasmo all’anima.
© Silvana Stremiz

Ti aspetto laddove…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Ti aspetto laddove…
Mar 022016
 

tramonto sul mare

Ti aspetto laddove mi hai lasciata
in riva al mare, tra l’andirivieni delle onde
incantata a guardare il tramonto
che non tramonterà mai
con il cuore pieno di Te
e l’anima stracolma di cose buone.

Ti aspetto laddove è iniziato il sogno
laddove il cuore ha iniziato a battere
laddove è nata la parte più buona di me
laddove non muoiono i sogni
laddove posso sentire il profumo di Te.

Laddove tutto può magicamente compiersi
laddove io vivo veramente
laddove la realtà non puo contaminare il sogno
laddove Io posso prenderti in prestito
e amarti con tutto l’amore che ho
laddove un attimo vale l’eternità
laddove le parole non servono
laddove tutto nasce e tutto muore
senza mai morire nel cuore.
Ti aspetto laddove vive il mio cuore.

© Silvana Stremiz

Un giorno…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Un giorno…
Mar 022016
 

SEA

Un giorno mi dimenticherò di amarti
anche se il mio cuore non lo farà
dimenticherò di dipingerti in poesia
e curare di Te l’anima
e proteggerti dalle avversità.

Un giorno mi dimenticherò
di dedicarti momenti
tempo, attimi e tratti d’anima
anche se indelebile resterai
in giorni di me.

Un giorno, si un giorno
me ne andrò in silenzio
in punta di piedi, lontana
oltre il confine del mare
dove siamo nati
dove mille notti ti ho portato.

Un giorno, sì un giorno
me ne andrò
dove muore la notte e nasce l’alba
dove muore l’illusione e nasce la speranza.
Me ne andrò con Te nel cuore.

© Silvana Stremiz

Che senso ha aprire gli occhi…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Che senso ha aprire gli occhi…
Mar 012016
 

credo

Forse io non voglio vedere
ciò che gli altri vedono
forse io non credo all’apparenza
forse io voglio credere al tuo sguardo
all’emozione che sento e un pò ti appartiene.

Che senso ha aprire gli occhi
spalancarli al buio
se io in Te vedo luce
se di Te mi accontento
e respiro l’immenso.

Perché guardare quello
che altri vedono
se il mio cuore conosce di Te
segreti e sfumature.

Che senso ha spalancare gli occhi
quando già lo ha fatto il cuore
Io so chi sei e quanti
sono i sogni, le bugie e le verità
che Ti compongono.

Così chiudo gli occhi e spalanco il cuore
ed “amarti” è la mia salvezza.
© Silvana Stremiz

Tu di me hai capito poco…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Tu di me hai capito poco…
Mar 012016
 

ricordati

Tu di me hai capito poco
non hai colto nel mio essere pessima
la sostanza del mio cuore
le battaglie combattute
le lacrime un tempo versate
giorni felici sospesi
la fiducia strappata.

Tu di me non hai capito nulla
abbiamo giocato un po’
con labbra e parole
poesie e musica
sguardi e momenti
abbiamo condiviso
un “attimo contorto”
che il mio cuore ha rubato
e lo ha reso infinito e gioia nell’anima.

Tu di me hai capito poco
non hai capito quanto hai preso
e quanto hai lasciato.

Quanta verità e quante bugie
stanno dentro l’attimo di un bacio
dato col il cuore in un giorno di “pioggia”.

Tu di me hai capito poco o nulla
del mio essere pessima
di quanto io fossi vera tra le tue braccia
di quanto fosse passione, mente e cuore
ogni battito del nostro “gioco”
di un “senza impegno” indelebile nel tempo.

Di me hai capito poco o nulla
e se ora te ne vai
senza guardarmi negli occhi
senza parlarmi con lo sguardo
senza parole
porterai via il tuo corpo
ma non Te, dal mio cuore
portandoti via un pezzo di me.

© Silvana Stremiz

Quando me ne andrò…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Quando me ne andrò…
Mar 012016
 

Immagine3

Quando me ne andrò
lo farò in punta di piedi
come accade ad un sogno
quando all’alba si sveglia
lo farò con danza leggera
come brezza di aria calda a primavera.

Lo farò sottovoce
voltando pagina ad un sogno
troppe volte sognato
senza mai sfiorarlo veramente
lo farò con una poesia
scritta di nascosto nelle pagine del tempo.

Quando me ne andrò
lo farò in punta di piedi
col cuore in mano
un sorriso bugiardo
il respiro sospeso
Te nel cuore
e una lacrima nell’anima.

© Silvana Stremiz

Conosco di Te…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Conosco di Te…
Feb 292016
 

uomo

Conosco
gli angoli del tuo cuore
gli invisibili battiti
e i tratti dei tuoi sogni.

Conosco
la lealtà che ti compone
la parte buona che disegna
il tuo essere grande.

Conosco
la follia che ti appartiene
la vita che vive in Te
l’allegria che traccia
quel tuo immenso essere.

Conosco
di Te sfumature nascoste
a chi distrattamente ti vive
la “crudeltà” che ti appartiene
quando vieni messo al muro.

Conosco
il sapore dei tuoi baci
l’intensità del tuo sguardo
so quello che non sei
e la grandezza che traccia la tua anima
e dà vita al tuo cuore.

© Silvana Stremiz

Ancora un nodo al filo…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Ancora un nodo al filo…
Feb 282016
 

grifò

Ti guardo ora accovacciata
sulla sponda del grivò
dove un tempo, tu e lui
amici di sempre
parlavate di sogni.

Guardi lo scorrere del torrente
sotto la pioggia
di una fredda giornata
di fine inverno.

Insieme ancora una volta
sole, io e te
a guardare l’acqua torbida scorrere
con le lacrime incastrate nei polmoni
a cercare la giusta direzione.

Sempre più teso è il filo della compassione
ogni giorno più sottile la forza di trattenerti
vomiti l’ennesima delusione
l’amarezza dell’ultimo tradimento
non quello del corpo ma quello dell’anima.

Ti affidi al tuo coraggio, all’infinto amore
per stare a galla e non mollare la presa
ma, sappiamo entrambi
che riflessa nell’acqua non troverai soluzione.

Finita la pioggia tornerai a casa
con un pezzo di cuore in meno
farai altri nodi a quel filo
per tenere insieme altri giorni
rammenderai le ferite
finchè un’ennesima delusione
non scioglierà anche l’ultimo nodo
e forse, finalmente, arriverà
malgrado l’infinita compassione
di tutto la fine.

© Silvana Stremiz

Cosi…per caso ma non a caso…TU

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Cosi…per caso ma non a caso…TU
Feb 282016
 

amore

E’ accaduto così per caso
il mio di sguardo e il tuo di sguardo
si sono incrociati un giorno
così come a volte accade
senza una ragione senza un perchè
per caso ma non a caso.

E’ accaduto inevitabilmente
che il mio cuore battesse
improvvisamente
il profumo di un antico sogno
dimenticato in soffitta
insieme ai dolori della vita.

E’ accaduto così per caso
come a volte accade
senza una ragione senza un perché
per caso ma non a caso
che il mio cuore battesse più forte
con dentro un pezzo di Te.

E’ accaduto come a volte accade
che i sogni inizino a sognare
anche senza di noi
il cuore si stacca dalla ragione
da volare cosi in alto.
E’ accaduto per caso ma non a caso
che il mio cuore battesse
un po’ anche per Te
di volare sopra le nuvole
sopra la pioggia e di sorridere da dentro.

E’ accaduto inevitabilmente in un giorno di pioggia
di innamorarmi di Te
senza una ragione senza un perché
tutto illogico e irrazionale
come lo sono il tempo il dolore e la vita
la passione e l’amore.

E’ accaduto così
per caso ma non a caso
perchè le cose belle capitano, non si cercano.

E’ accaduto così
di perdermi dentro Te
con un sorriso nell’anima
e il cuore più grande.

© Silvana Stremiz

Contro di lei non si vince mai…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Contro di lei non si vince mai…
Feb 272016
 

morte

Il tuo respiro si fece profondo
il tuo sguardo da giorni dormiva
e il tempo improvvisamente
iniziò a correre verso la fine.

I minuti divennero secondi
attimi a tratti, secoli di gelidi respiri
nell’aria danzava crudele la morte
mentre una accanto all’altra
fingemmo di dormire.

Vegliai su quel respiro stanco
su quello sguardo perso
su quella mente assente
vegliai quasi a proteggerti
ma contro di lei non si vince mai.

Così, inesorabile si sommarono
le ore ai minuti, agli attimi
confondendo il tempo
nel compiersi frettoloso e lento
pronto a scrive la parola fine.

© Silvana Stremiz

Il mio…il tuo…di sguardi

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Il mio…il tuo…di sguardi
Feb 272016
 

sguardi

Mi piacerebbe un giorno “rincontrarti”
in un abbraccio non troppo stanco
da stringermi forte a sè
in una manciata di parole che cantano d’amore
in un attimo troppo vivo per morire.

Mi piacerebbe un giorno “rincontrarti”
davanti a quel caffè
mai sorseggiato fino in fondo
in un bacio col sapore del miele
in un attimo di silenzio.

Mi piacerebbe un giorno “rincontrarti”
dove vivono i sogni
incontrare nel tuo sguardo
le parole mancanti di un sogno lasciato a metà
nella sincerità di un attimo bugiardo
per nuotare un attimo sulla luna.

Mi piacerebbe un giorno “rincontrarti”
davanti ad un caffè, il nostro caffè
guardarti negli occhi e lasciarti addosso
il mio di sguardo e un sorriso nel cuore.
Mi piacerebbe un giorno “rincontrarti”
semplicemente per incrociare ancora un attimo
il tuo di sguardo col mio di sguardo
per trattenerlo dentro di me.

© Silvana Stremiz

Ho scritto per Te…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Ho scritto per Te…
Feb 152016
 

luna

Ho scritto per Te
un po’ ovunque
in riva al mare
vicino alle stelle
sulla luna.

Ho scritto per Te
in ogni laddove
ho scarabocchiato
il tuo nome
con il cuore
con l’anima.

Ho scritto Ti amo
ho affidato al vento un bacio
affinchè sulle tue labbra
lo poggiasse.

Ho scritto il tuo nome
in ogni laddove
l’ho conservato nel cuore
per ascoltarne i battiti.

© Silvana Stremiz

Semplicemente cosi…

 Le mie poesie  Commenti disabilitati su Semplicemente cosi…
Feb 142016
 

sono cosi

Non sono per tutti
per amarmi bisogna avere le “palle”
per sopportare le mie lune
vivere la mia passionalità
il mio essere infinitamente contorto
il mio essere schietta
il mio infinito “essere”
imperfetto.

Non sono per tutti
per amarmi bisogna avere le “palle”
trabocco di tutto e a volte sono “troppo”
nel bene e nel male
nel mio essere misteriosa
nel mio essere timida
aggressiva, sicura
testarda e passionale.

Non sono per tutti
amo per due
lotto per quattro
nei giorni di sole
o sotto la pioggia
non lascio al caso nulla
una lacrima o un sorriso li vivo a mille.

Sono semplicemente cosi…
quando credi di avermi capita
sei solo all’inizio del gioco
le carte sono ancora tutte da scoprire.
Per amarmi bisogna avere le “palle”.

© Silvana Stremiz